Albicocca

0
170

L’albicocca è il frutto dell’albicocco (Prunus armeniaca), una pianta originaria della Cina appartenente alla famiglia delle Rosacea. Ha forma ovoidale, con buccia e polpa di colore arancio più o meno intenso.

Il sapore è zuccherino e leggermente acidulo, mentre il nocciolo, legnoso e di colore marrone, nasconde al suo interno un seme (armellina) contraddistinto da un sapore amaro dovuto alla presenza di una sostanza, l’amygdalin, che in dosi elevate è tossica in quanto contiene cianuro, ma che in piccole quantità viene invece utilizzata per la preparazione di amaretti e liquori.

L’albicocca: cenni storico culturali

L’etimologia deriverebbe da più lingue: gli arabi la chiamavano al barquq, gli spagnoli albaricoque, mentre i francesi abricot.

Numerosi studiosi si trovano concordi nell’affermare che la presenza delle albicocche nel nostro Continente si deve ad Alessandro Magno.

Nel tardo latino venne coniato il termine di praecoquus, o “frutto precoce”, nome che si ritrova tuttora in alcuni dialetti del Centro e del Sud Italia, dove è chiamata “percoca”.

Quand’è la stagione delle albicocche

Le prime albicocche nostrane fanno capolino agli inizi di giugno e, a causa dell’alternarsi delle varietà, sono disponibili fino alla fine di agosto.

Non è raro reperire in commercio le albicocche essiccate (provenienti da Turchia, Iran, California o Sudafrica) o anche sotto spirito, sciroppate, rielaborate in succhi o confetture.

Le proprietà dell’albicocca

L’albicocca è un frutto ricco di vitamine (carotenoidi, vitamina A e C) e di minerali (potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio), sostanze che la rendono altamente benefica per la salute.

Grazie alla presenza di quantitativi elevatissimi di betacarotene e altri antiossidanti, è un alimento prezioso per prevenire la degenerazione cellulare e quindi i tumori. Il betacarotene, in particolare,  svolge anche un’attività protettiva per la salute della vista e della pelle.

Fibra, acqua e sali minerali rendono il nostro alimento particolarmente adatto per mantenere una corretta idratazione e una buona funzionalità intestinale.

L’albicocca è afrodisiaca?

L'albicocca è afrodisiaca?

Su questo aspetto, diamo credito a Isabel Allende, che nel suo Afrodita: racconti, ricette e altri afrodisiaci scrive a proposito di albicocche e pesche:

Forse i più sensuali di tutti i frutti, per il loro profumo delizioso, la consistenza morbida e succosa e il loro colore incarnato, rappresentazione eloquente delle parti intime femminili.

 

Previous articleGli occhi golosi e curiosi di Francesca Negri
Next articleCocktail all’albicocca
Anita Richeldi
Anita Richeldi, pioniera dell'informazione su web, nasce come blogger nel 2008 e prosegue la sua carriera come project manager per grandi colossi del digitale. Nel 2014, torna al suo primo amore, la scrittura, fondando il blog Comemisvesto.it, una guida sensuale e di stile rivolta al mondo femminile di cui è esperta conoscitrice. Si definisce ormai una sex blogger e, a richiesta, svolge consulenze a donne, che hanno necessità di migliorare la propria autostima, risvegliare i propri sensi, migliorare l'affinità di coppia o anche solo organizzare una serata piacevole e dinamica con il proprio partner.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here