Avocado

0
291

L’avocado è un frutto tropicale prodotto dalla pianta centroamericana della famiglia botanica Lauraceae, che nasce lungo i fiumi e il mare del Messico e di Panama.

Il frutto dell’avocado è una drupa di grandi dimensioni dalla polpa color giallo e dal grosso nocciolo legnoso color marroncino; quando è maturo ha consistenza burrosa e un sapore similare alla noce.

Il termine avocado deriva dallo spagnolo “aguacate”, la cui origine andrebbe ricercata nel termine atzeco “ahuacat”, che significa testicolo, perché nasce e cresce in coppia.

Riferimenti storici e culturali

Il frutto dell’avocado era particolarmente apprezzato già nel 5000 a.C da Maya e Aztechi, che gli attribuivano proprietà afrodisiache.

Furono i conquistatori spagnoli a portarlo in Europa, sottolineandone peraltro l’azione stimolante, al punto che i sacerdoti cattolici ritennero opportuno proibirlo ai fedeli.

L’avocado fu particolarmente amato da Luigi XV di Francia, noto per le sue numerose amanti.

Proprietà nutritive

L’avocado si consuma quasi esclusivamente da crudo, sbucciato e denocciolato; fornisce anche 500-600 kcal ed è molto ricco di grassi.

Nell’avocado sono presenti in maniera abbondante minerali fondamentali come potassio, magnesio, zinco, manganese e fosforo e vitamine come B5 (acido pantotenico), B6 (piridossina), K, E (alfa tocoferolo), C (acido ascorbico), folati.

La ricchezza di acqua, potassio e magnesio migliora l’equilibrio idrosalino dell’organismo diventando importante nel momento in cui aumenta la sudorazione, quindi anche dopo una performance sessuale particolarmente impegnativa.

Avocado in cucina

L’utilizzo gastronomico dell’avocado varia a seconda della zona; in America Centrale lo si mangia soprattutto come crudo, mentre in Italia è più che altro sfruttato come ingrediente per ricette gustose e afrodisiache.

Ricetta Crema di avocado, cioccolato fondente, zenzero e peperoncino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here