Ciliegia

0
115
La ciliegia è un cibo afrodisiaco

La ciliegia è considerata un cibo afrodisiaco, non solo per la sua forma rotondeggiante e per il colore normalmente rosso vivo, simboli ancestrali di eros e passione, ma anche per le sue proprietà nutritive.

La ciliegia può nascere da due diverse specie botaniche:

  • Il ciliegio dolce (Prunus avium), che produce le varietà più comunemente note come ciliegie;
  • il ciliegio acido (Prunus cerasus), da cui nascono amarene, visciole o marasche.

La ciliegia, normalmente sferica, di 0,7-2 centimetri di diametro, può assumere anche la forma a cuore o di sfera leggermente allungata.

Ciliegia cenni storico culturali

Il nome italiano di ciliegia prende origine direttamente dal latino volgare ceresia, che deriva dal greco κέρασος (kérasos) e da qui dal nome della città di Cerasunte, nel Ponto (l’attuale Turchia) da cui, secondo Plinio il Vecchio, furono importati a Roma nel 72 a.C. da Lucio Licinio Lucullo i primi alberi di ciliegie.

Quando si raccolgono le ciliegie

A seconda della varietà, la ciliegia può assumere colorazione e consistenza differenti. Da noi in Italia sono principalmente diffuse due categorie di ciliegie:

  • i duroni, più grandi e scuri;
  • le tenerine, più chiare e piccole.

La raccolta delle ciliegie ha inizio dalla metà di maggio fino ai primi di luglio. Il 24 giugno, festa di San Giovanni, si procede con le ciliegie precoci e di media maturazione; da qui il nome dato alle piccole larve bianche del Dittero Rhagoletis cerasi che si trovano nei frutti infestati in tale periodo, note come “giovannini”.

Ciliegia proprietà nutritive

Ciliegia proprietà nutritive

La ciliegia è fonte di importanti minerali, tra cui il potassio, che influisce positivamente sul controllo della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

La ciliegia contiene, inoltre, antocianine, potenti antiossidanti che agiscono come i farmaci antinfiammatori; la sua assunzione sarebbe utile in caso di dolore cronico, emicrania, traumi sportivi. Le proprietà antinfiammatorie delle ciliegie potrebbero aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

La ciliegia ha proprietà antiossidanti grazie alla presenza di vitamina C, luteina, zeaxantina e beta-carotene; protegge, quindi, dai radicali liberi, prevenendo e rallentando il danneggiamento e l’invecchiamento di cellule e tessuti.

La melatonina presente nella ciliegia, oltrepassando la barriera ematoencefalica, esercita un effetto lenitivo sul sistema nervoso e aiuta a combattere ansia, insonnia, stress.

La ciliegia è afrodisiaca?

La ciliegia è afrodisiaca, certo! Basta dare un’occhiata alla sua composizione biochimica per rendersene conto.

La ciliegia migliora l’erezione

Le antocianine favoriscono la circolazione, andando quindi ad aumentare l’afflusso di sangue verso le arterie cavernose del pene, migliorandone di conseguenza l’erezione.

La ciliegia è un frutto tonificante ed energizzante

Grazie all’elevato contenuto di sali minerali, tra cui magnesio, potassio, zinco e vitamine A, C e del gruppo B, la ciliegia fornisce un notevole apporto energetico, l’ideale per uno spuntino a due, prima, durante o dopo il sesso.

E tu ridevi e rubavi ciliegie
Le nostre labbra accese
una cosa sola si era noi.
(Mina)

 

Previous articleRossini
Next articleClafoutis di ciliegie
Anita Richeldi
Anita Richeldi, pioniera dell'informazione su web, nasce come blogger nel 2008 e prosegue la sua carriera come project manager per grandi colossi del digitale. Nel 2014, torna al suo primo amore, la scrittura, fondando il blog Comemisvesto.it, una guida sensuale e di stile rivolta al mondo femminile di cui è esperta conoscitrice. Si definisce ormai una sex blogger e, a richiesta, svolge consulenze a donne, che hanno necessità di migliorare la propria autostima, risvegliare i propri sensi, migliorare l'affinità di coppia o anche solo organizzare una serata piacevole e dinamica con il proprio partner.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here