Yuki Tintori

Lotta all’ultimo inchino

Durante un giro in un grande magazzino di Oita, il paese in cui è nata mia madre e prima ancora i suoi genitori, ho...

Libera di essere italiana, giapponese, entrambe le cose o nessuna delle due

Per il mio compleanno sono andata in un ristorante che non avevo mai provato: Aalto. Nonostante il nome la Finlandia non c’entra nulla e neppure...

Le sirene del Giappone

“Sono in villeggiatura ad Atami, un posto di mare ricco di sorgenti termali, e oggi, con degli amici di Tokyo, farò una gita in...

Horror food in Giappone

Autunno. Costa orientale dell’isola di Honshu. Sono nuovamente in Giappone insieme a mia madre e stiamo per fare un’esperienza unica: pranzare in un ristorante...

Christine, il wc infernale

Tokyo, casa di amici. Dopo l’ ennesimo tè verde devo andare in bagno. Il tè verde è buonissimo ma ha poteri diuretici che farebbero...

About Me

6 POSTS
0 COMMENTS
4 chili e 750 grammi di Yuki hanno visto la luce il 22 marzo 1975. Capelli ricci, occhi a mandorla, una macchia mongolica. Niente collo. Questo è uscito solo verso i tre anni insieme al suo carattere volitivo che ha dato filo da torcere soprattutto alla madre. Cresciuta con severi principi nipponici (la maggior parte dei quali da lei sradicati non appena l’età glielo ha permesso) ha sempre avuto il senso del dovere e una vita irreprensibile (fino ad ora). Proprio per questo invidia le persone con un po' di follia. Lavorare in un ambiente creativo la aiuta. Ama passare il tempo libero guardando film d’azione o leggendo saggi inutili ma curiosi, sorseggiando whisky torbato e aspirando fumo alla menta. Visto che del domani non c’è certezza si gode ogni piccola cosa, soprattutto la natura perché capace di calmare la sua naturale irrequietezza.
- Advertisement -

A Must Try Recipe

I Giorni della Cura

Dedicato a Fulvia,amica preziosa, che prima di volare via ha ascoltato il mare I giorni della cura di Marina Baumgartner e Titti De Simone Marina, Milano, 1...

Due pezzetti di mondo

Capita così che finisca un amore. Quasi sempre te ne accorgi quando ne sta nascendo un altro. E guardi il telefono incastrato fra una pila di...

Lenzuola pulite

(Mi hanno chiesto quando avrei scritto un racconto meno triste. E io di “meno triste” nella vita conosco solo il sesso, quindi questo pezzo...

Tutti i miei furti

Ci sono un po’ di furti nella mia vita. Subìti e fatti. Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non ha rubato...

Copione per un arrivederci

Ci si saluta così, con educazione. Ci si saluta e poi si va via, voltandosi di spalle. Perché quando ci si saluta il coraggio degli occhi,...