Guida ai Casi Umani di Chiara Giuntoli

0
381

Il mondo è bello perché è vario, e in questa varietà esistono dei soggetti alquanto ambigui di sesso maschile con cui è facile scontrarsi: i casi umani. Vediamoli un po’ più nello specifico.

Il fantasma improvvisato

Sembrerebbe il peggior vigliacco del mondo, ma in realtà non è così (dopo vedremo come mai). È una specie abbastanza diffusa di caso umano che dopo la prima uscita, tipicamente allegra e spensierata, decide che è il momento di sparire dalla tua vita. Puoi scrivergli, puoi chiedere sue notizie ai suoi amici, puoi anche andare sotto casa sua: lui non si farà mai più trovare, e quando vi incontrerete casualmente per strada farà finta di non vederti. Meglio così.

L’allenatore

Se sei una ragazza alle prime armi con il genere maschile stacci il più alla larga possibile: spesso belloccio e palestrato alimenta il suo ego collezionando povere giovani inesperte che si lasciano abbindolare dal carisma del bicipite. Peccato che appena scopre che non hai ancora conosciuto uomo si proponga subito come iniziatore con fare esperto, magari aggiungendo frasi come “eh perché lo so come volete essere trattate voi”… Il prossimo grazie!

Il signor nascondino

È una versione reloaded del fantasma improvvisato. Con lui ci esci più di una volta, magari ci scappa pure qualche effusione, ma non chiedergli di vedervi in un posto diverso dalla macchina di lui! Con la scusa che non vuole una storia seria cerca di convincerti a continuare ad uscire clandestinamente ma lui non è Diabolik e tu non sei Eva Kant, quindi direi che puoi chiuderla lì.

Il fidanzato viscido

Il peggiore dei vermi. È fidanzato da tempo ma fa il bello con qualsiasi essere femminile che respiri con la scusa che la sua relazione è ad un punto morto; se non sei abbastanza avveduta potresti diventarci amica per poi sentirti dire che gli piaci veramente tanto, così tanto che vorrebbe lasciare la sua ragazza per te. Poi però la ragazza non la lascia, e per di più le racconta che se loro due sono in crisi la colpa è tua. Pessimo.

Il tormentato

Vorrebbe ma non può perché all’età di 5 anni la sua fidanzata dell’asilo l’ha lasciato, segnandolo profondamente. Da allora è convinto che il genere femminile sia un insieme di megere raccontaballe da evitare come la peste. Ma se gli si propongono esplicitamente il discorso cambia.

Il ballerino

La prima cosa che fa è corteggiarti in maniera spudorata: sguardi, sorrisi, messaggi in direct e ammiccamenti vari. Poi quando ti avvicini fa un passo indietro, così torni sui tuoi passi anche te. A quel punto torna in avanti lui, ma se gli vai incontro torna di nuovo indietro, poi lui fa un altro passo avanti e uno, due, tre, cha-cha-cha!

Quello che fa tutto da solo

Ti scrive, gli fai capire che non sei interessata. Ti chiede comunque insistentemente di vedervi, accetti spiegandogli che ci esci volentieri ma in compagnia di altri ragazzi (leggasi ti vedo solo come un amico), dice che non ci sono problemi, all’incontro si presenta da solo, uscite, non succede niente di particolare, si lamenta dicendo che l’hai illuso.

Questi sono solo alcuni esempi di tipi strani che possiamo incontrare. Mi raccomando ragazze, facciamo sempre attenzione: loro lanciano l’amo, ma sta a noi non abboccare!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here