Gli occhi golosi e curiosi di Gianfranco D’Angelo

1
2997
Intervista a Gianfranco D'Angelo

Gianfranco D’Angelo ha scritto una delle pagine più importanti della televisione italiana. Con il suo Drive In è cambiato per sempre il varietà televisivo. Da vent’anni è tornato al teatro, suo primo amore. Ama il teatro come la sua vita, ma ama altrettanto le donne, il buon cibo, il buon vino.

Occhi golosi, curiosi… i tuoi sono occhi che hanno visto tanto, sei stato protagonista indiscusso per anni dello spettacolo italiano. Sei ancora capace di essere goloso, curioso?
Sono curioso di tutto e goloso ancora del cibo e delle donne. Amo il sesso e l’eccesso del sesso.

Amore, cibo, vino: in ordine di preferenza
In ordine di preferenza chiaramente l’amore! Cibo e vino vengono dopo, anche se attraverso il cibo si può scoprire il carattere sessuale di una persona. Osservandone il comportamento a tavola possiamo avere degli indizi per sapere come potrebbe essere la persona nell’intimità. Io sono un buongustaio, cibo e sesso sono due cose fondamentali nella vita perché il cibo fa parte della nostra sopravvivenza, il sesso della riproduzione, quindi senza cibo e sesso non esisteremmo! C’è chi mangia in maniera molto frettolosa senza gustare, masticando e mandando giù: questi secondo me nell’intimità sono quelli che amano il tutto subito, non badano ai preliminari, si preoccupano solo di consumare il rapporto senza gustarlo, trascurando aspetti fondamentali di cui un rapporto d’amore ha bisogno. Chi ama il cibo come me, che mi gusto con piacere profondo ogni boccone, è un po’ lussurioso, fa l’amore con entusiasmo, la voglia di fare. Un’altra categoria, quelli molto chic, attenti, che amano un certo tipo di cibo, cercano sempre sapori nuovi, amano mangiar bene e curano anche molto la tavola; secondo me anche nei rapporti stanno molto attenti cercando di scoprire nuove esperienze… diciamo alla “famolo strano!”

L’amore è il sesso? Il sesso è l’amore?
Il sesso senza amore non esiste, come l‘amore senza sesso: sono due cose che assolutamente devono viaggiare insieme. A vent’anni però solo sesso! Una grande spinta sessuale, gli ormoni vanno a centomila, non distingui più, è solo uno sfogo agli ormoni che corrono a velocità supersonica, esclusivamente per appagare il tuo desiderio. L’amore è un’altra cosa!

Il sesso è stato come te lo eri immaginato da piccolo? Meglio, peggio?
È stato meglio di come immaginavo, da piccolo hai l’istinto e non sai ancora come gestirlo; ho imparato poi che bisogna essere sempre molto attenti e soprattutto molto generosi.

L’amore muove il mondo. Scaccerà anche il corona virus?
Io mi auguro di sì e posso dire che in questo periodo di isolamento l’amore fa resistere meglio al clima di incertezza e di paura. Anche se siamo lontani dalla persona che amiamo, possiamo inventarci mille modi per stare vicini!

Tu sei un raffinato gourmand, ami cucinare, sperimentare, e naturalmente mangiare. Il cibo può essere sensuale? Fammi un’associazione – non banale – fra eros e cibo, evitando corpi nudi spalmati di panna o nutella
Posso dire che il cibo dovrebbe aiutare la sessualità, ci sono cose si dice che siano afrodisiache, come la cioccolata, forse fra gli alimenti più importanti perché stimola la produzione di endorfina, aumenta i battiti cardiaci, dà eccitazione, ed è un potente antidepressivo. Poi le ostriche che contengono zinco che stimola la libido… però dovresti mangiarle tutti i giorni mattina e sera ma cinque ostriche a tavola – e nemmeno dodici – secondo me non bastano! Sono di sicuro buone e unite a una bella serata probabilmente ci fanno bene. Ma la cosa più importante è il desiderio, l’amore. Il cibo aiuta? Sì ma l’importante è il nostro cervello.

Intervista a Gianfranco D'Angelo

Mangeresti ad occhi chiusi?
Il cibo ha bisogno degli occhi…si dice che prima si mangia con gli occhi. Se necessario lo farei ma non è uguale, se vedi ti viene il desiderio di quello che stai per assaporare. Con una benda mangerei comunque un bel piatto di pasta al pomodoro, di cui vado pazzo!

Hai mai conquistato una donna con il cibo?
Ho condiviso il piacere con delle donne che amano il cibo. Molto difficile stare con una donna che non ama mangiare e bere: mi viene da pensare che questa persona sia un po’ egoista anche nella sessualità. Le belle cene aiutano, ma la cosa più importante è quello che si dice durante la cena. E come ci si guarda…

Cucinare insieme ad una donna può essere erotico?
Se tutti e due amano il cibo fanno delle cose che piacciono a tutti e due, poi mentre lei cucina tu puoi dare il tuo contributo con giochi erotici….

Vino, bollicine, ebbrezza, la testa gira e i sani principi vacillano: parliamone. La cosa più divertente che hai fatto da ubriaco.
Mi sono ubriacato poche volte, una anziché fare l’amore sul letto lo ho fatto sulla lavatrice. Ovviamente in funzione. Il motore aiuta!

Il tuo codice erotico nel bicchiere
Champagne, le bollicine sono altamente erotizzanti.

Cibo del cuore, bevanda del cuore, donna del cuore
Io da italiano adoro il carboidrato chiamato pasta, poi amo soprattutto il vino bianco molto freddo. Un discorso a parte per le bollicine, così fredde che il perlage esplode in bocca come pallini da sparo: sensazione fantastica. Donna del cuore? Donna di picche!

Capelli dorati come il grano, pelle di pesca, labbra come susine… continua tu
Io adoro le gambe, sono un gambista ma non c’è pianta, frutto o fiore che possa reggere il confronto, per me sono la parte più bella della donna, insostituibili.

Le albicocche contengono arginina, che veniva usata per sostenere l’erezione prima della scoperta del Viagra nel 1996. Cosa ne pensi?
Io alla frutta preferisco farmi una bella insalatina di Viagra!

Cosa vorresti davanti agli occhi, ADESSO?
La passera!!!

1 COMMENT

  1. Sempre divertente e ironico Gianfranco D’Angelo e lo è anche in questa piacevole intervista dove senza imbarazzo parla della sua indole curiosa e golosa e generosa.
    E dove parla prendendoli un po’ in giro dei tipi chic,che cercano sempre nuovi sapori,che non mangiano ma fanno gli assaggini,che curano molto pietanze e tavola,ma forse poi alla resa dei conti risultano troppo complicati per godersi davvero la pietanza o l’ammmore!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here