A TAVOLA CON L’ARMOCROMIA di Chiara Giuntoli

0
1108

 

Un trucco per creare piatti buoni da mangiare e belli da vedere è affidarsi all’armocromia! Nata intorno agli anni ‘40 in America e recentemente diventata di moda in Italia questa disciplina associa ciascuno di noi ad una stagione, ognuna delle quali ha una palette di riferimento con i colori che più valorizzano il nostro viso. Abbiamo quindi inverno (colori freddi e intensi), estate (colori freddi e tenui), primavera (colori caldi e brillanti) e autunno (colori caldi e opachi). Il bello dell’armocromia è che, tra le altre cose, rende molto più facili gli abbinamenti tra i colori perché tutte le tinte di ogni palette stanno benissimo tra loro!

E a tavola come funziona?

Oggi è il primo giorno di primavera: un piatto adatto alla stagione dell’amore è la torta salata di carote, zucchine e caprino, buonissima e perfettamente in palette! Tagliate le zucchine e le carote a rondelle alte 2-3 mm e conditele con olio e sale, poi sbattete l’uovo con il latte, la noce moscata e un tocco di sale e pepe. Stendete la pasta sfoglia lasciando i bordi un po’ più alti e riempitela con l’uovo, le carote e le verdure, infine cospargete il tutto con un po’ di formaggio caprino e infornate: ecco che la primavera arriva a tavola!

Saper distinguere i colori caldi da quelli freddi ci viene in aiuto anche quando dobbiamo apparecchiare la tavola. Riconoscerli è facile: i colori caldi hanno al loro interno una certa percentuale di giallo, quelli freddi una percentuale di blu. Quelli caldi ci ricordano il sole e ci danno una sensazione di accoglienza e di energia, i freddi sono quelli che ci ispirano pace e razionalità. Ogni tinta ha la sua sfumatura calda e fredda: il lilla per esempio è un viola freddo, mentre il melanzana è un viola caldo.

Quando apparecchiamo basta scegliere sempre colori della stessa temperatura e brillantezza per avere una tavola elegante e curata. Un suggerimento per la bella stagione che arriva? Una tovaglia a quadri (che ricordi quella per i picnic) sui toni del bianco e del verde prato (come i tovaglioli), piatti, bicchieri e posate gialli e come centrotavola un vaso pieno di narcisi, tulipani o gerbere. L’eleganza è servita!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here