Cardamomo, la spezia dell’amore

0
1909
Il Cardamomo è afrodisiaco: storia, proprietà e utilizzi in cucina della spezia dell'amore

In un antico erbario a proposito del cardamomo si dice che: «I semi macinati aggiunti alla
torta di mele ne fanno una splendida torta d’amore».

Il cardamomo: origine e storia

Il cardamomo, la terza spezia più cara al mondo dopo zafferano e vaniglia, era conosciuto in tutto l’Oriente, prevalentemente in Iran e India, come potente afrodisiaco e per le indiscusse qualità gastronomiche, molto apprezzate anche in Scandinavia, dove è utilizzato nei dolci e per aromatizzare il vino e i punch. I piccoli baccelli verdi contengono semi bruni dal sapore intenso e balsamico, adatto a profumare mille pietanze. Quelli neri, più rugosi e grossi hanno un retrogusto affumicato e un aroma balsamico ancora più intenso.

Il cardamomo nell’Antico Egitto

Questa spezia riservata che conserva i suoi preziosi semi all’interno di baccelli-scrigni, vanta origini antichissime: il primo documento noto in cui si fa menzione del cardamomo è il Papiro Ebers, un papiro egiziano del 1550 a.C. nel quale sono descritte le proprietà terapeutiche del cardamomo insieme a quelle di circa mille tra spezie e piante curative. In India è di uso quotidiano mentre qui sta cominciando a diffondersi solo di recente.

Il cardamomo nella cucina nordeuropea

In Nord Europa è ormai entrato nella tradizione culinaria, nel punch o come ingrediente base del Kaffebrod, un pasticcino svedese. Pungente e balsamico, a seconda dell’accostamento e dell’uso può essere utile per aiutare a difendersi dai rigori del freddo o a recuperare in caso di caldo e fatica eccessivi, può essere quindi rinfrescante o riscaldare.

Come usare il cardamomo in cucina

I semi tendono a bruciare facilmente, quindi sarà preferibile aggiungerlo solo a metà cottura, o da metà cottura in poi.

Per godere appieno del suo aroma, senza che prevalga rischiando di «coprire» troppo il piatto, è consigliabile pestare leggermente le bacche nel mortaio, senza far fuoriuscire completamente i semini. A fine cottura si può togliere o lasciare, a seconda dei gusti.

Il cardamomo fa bene all’amore

Masticato, ripulisce l’alito, rinfresca e cancella qualsiasi odore di aglio o di altri condimenti pesanti.

Si dice che il cardamomo sia una delle spezie dell’amore, ma è vero che quando si parla di spezie si parla sempre di amore, quello che passa dalle mani di chi accuratamente le raccoglie alle mani di chi le compra, dalla cucina alla tavola, dalle mani di chi prepara da mangiare a quelle di chi lo gusta, di quell’amore che fa della cucina una delle prime e più antiche forme di cura.

Ricetta con il cardamomo: Mango Chutney

Il Cardamomo è afrodisiaco: Ricetta Mango Chutney

Ricetta per due persone. 
Preparazione 40 min.
Difficoltà media.

Ingredienti

1 mango maturo
1⁄4 di cipolla
2 cm di zenzero
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di zucchero
30 ml di aceto di mele
peperoncino in polvere
1⁄2 cucchiaino di curcuma
1 cardamomo
1 pizzico di semi di senape

Preparazione

Sbuccia il mango, taglialo a cubetti, mettilo in una ciotola, copri e metti in frigo per almeno 3 ore.

Trita la cipolla, lo zenzero e l’aglio.

In un pentolino sciogli lo zucchero nell’aceto. Quando il composto comincia a bollire, aggiungi il mango, con tutta l’acqua che ha rilasciato, gli aromi tritati, i semi di senape, il peperoncino, la curcuma e il cardamomo.

Aggiungi un po’ d’acqua, fino a ricoprire il mango, e fai cuocere a fuoco basso per un’ora, girando di tanto in tanto.

Quando il liquido è quasi completamente evaporato e ridotto a uno sciroppo, spegni il fuoco e metti il chutney di mango in un vasetto. Lascialo raffreddare del tutto e conservalo in frigorifero fino al momento di utilizzarlo.

Puoi utilizzarlo per accompagnare piatti di riso o carne, o verdure. Oppure spalmato sul pane, meglio ancora se integrale e caldo!

Mille e Una Spezia per la cucina e la salute – Età dell’Acquario, Lindau, Torino 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here